martedì 29 aprile 2008

Conversazione su Rutelli e Gianni Alemanno

Significativa presa di posizione oggi tra me e un mio amico. Su messenger (che per fare un commento di unica inutilità resta la vera alternativa di valore a Skype).


Alighiero: dux!
Io: eiaieiaallalaa
Alighiero: vecchio mio, ti devo confessare che provo sensazioni variegate in questo momento
Io: Mi spieghi, camerata
Alighiero: Come ben sai non sono mai stato un supporter del Pd
Alighiero: E neanche di alemanno
Alighiero: Da una parte però sono contento che dopo 15 anni cambi amministrazione a roma
Alighiero: d'altro canto non sono contento che il cambiamento sia Alemanno and friends
Io: Io però ho sempre detto che avremmo vinto, noi camerati
Alighiero: Sono incontentabile cazzo
Alighiero: Su questo discuteremo forse
Alighiero: Ma non so se è peggio alemanno o il cda dell'auditorium
Io: Hanno vinte le buche, i tram, le metro, gli zingari, i punk a bestia, etc
Alighiero: O non hanno vinto le grandi feste
Io: mi commenti questa sconfitta
Alighiero: Te la commento così, con un aneddoto. Ieri sono andato all'auditorium a vedere le interviste impossibili. La piazza dell'auditorium era piena di teste bianche e dallo zoccolo duro dei parioli poichè c'era anche un concerto di musica classica
Alighiero: C'era anche scalfari
Alighiero: nel parcheggio dell'auditorium vicino alla mia matiz c'era una ferrari una lamborghini una bentley e una porsche
Alighiero: una delle interviste era tra la guzzanti e cammilleri
Alighiero: la guzzanti faceva "venerdi" di robison crusoe
Alighiero: solito pippone sul teatro, sulle culture alte, sulla sparizione dei dialetti e delle tradizioni culturali
Alighiero: alla gggente come si dice qui a roma
Alighiero: non gliene frega un cazzo del teatro perchè guarda la tv
Alighiero: piace o non piace questo è
Alighiero: la politica delle culture alte ha perso
Alighiero: i tassinari fanno più opinione
Alighiero: e vincono le elezioni
Io. Schifani però sarà un ottimo presidente del senato
Alighiero: la sinistra deve andare a parlare con i tassinari non solo con la guzzanti e camilleri
Io: giusto
Alighiero: poi in settimana sono stato a verona
Alighiero: dove ci sono i leghisti quelli veri
Alighiero: detto che me fanno pena
Alighiero: anche loro sono nei bar
Alighiero: nelle piazze
Alighiero: fanno politica
Alighiero: poi secondo me c'è tutta un'altra discussione da fare sullo scollamento tra intellettuali e masse
Alighiero: ma di questo se ne deve parlare tete à tete
Io: La sinistra ha perso Roma anche perché proiettando la città sul palco internazionale a uno gli viene in mente, poi, di andare a vedere che cazzo succede nello scenario internazionale e quando torna nella sua città dice, ma vaffanculo, meglio se non mi deprimevo andando a conoscere il meraviglioso scenario internazionale
Alighiero: si ma la candidatura del piacione è esemplare
Alighiero: di una crisi della classe dirigete
Alighiero: non si può candidare uno che non viene votato da chi vota pd alla provincia

5 commenti:

Demonio Pellegrino ha detto...

Quoto in toto il tuo amico Alighiero. Soprattutto quando dice "La sinistra ha perso Roma anche perché proiettando la città sul palco internazionale a uno gli viene in mente, poi, di andare a vedere che cazzo succede nello scenario internazionale e quando torna nella sua città dice, ma vaffanculo, meglio se non mi deprimevo andando a conoscere il meraviglioso scenario internazionale"

Claudio Cerasa ha detto...

Alighiero è un mito, ma quel commento (corretto) era immodestamente mio.

Gandalf ha detto...

ero proprio ieri in chat con un mia amica di Roma che lavora nel cinema, avrai quindi gia' immaginato la sua sconsolazione e proccupazione:

LEI: ora scomparira' la mostra del cinema a Roma e tutto quello che e' stato fatto per cultura e cinema...

IO: ora scompariranno buche e zingari, entrambi assassini...

Non ho altro da dire... ;-)

Accattone ha detto...

Un amico di Roma, straordinariamente tifoso,commentava: si è trattato di un autogol alla Totti, una vera palombelli rossa (sic!)
Ma chiamala, se vuoi, "sicumera" , che è un bel refrain, ma alla lunga rompe maledettamente i ciufoli.

A pensarci è ben strano, il capobranco Allèmanno mica era tanto convinto di farcela agli inizi, almeno tanto quanto Cicciobello ne era certo.
Che davvero Rutelli non abbia soppesato per bene le masse ?

Demonio Pellegrino ha detto...

allora chiedo venia. Ho confuso. Il commento rimane comunque validissimo.