domenica 6 aprile 2008

Alitalia

Qualcosa sta cambiando. Ieri sera, per esempio, sembrava un miracolo. Volo Alitalia, Catania Roma, ore 21.35. Il capitano dell'aereo apre il microfono e fa: l'aereo partirà con qualche minuto d'anticipo. Nientemeno. Mi giro, e l'aereo era vuoto. Poi ho pensato ai sindacati che hanno rotto i coglioni per 1.300 esuberi (la metà sarebbero finiti ad Air France, altri erano in prepensionamento, altri ancora ooh, pazienza) e mi è dispiaciuto ritrovarmi accanto Cesa e non - chessò - Cremaschi. Così, giusto per chiedergli se davvero i sindacati - sindacati con diritto di veto!! - sono davvero nove in Alitalia e giusto per poter aver qualcuno da mandare dolcemente a fanculo.

3 commenti:

Fausto ha detto...

Ma come, vieni ad Acireale e non mi fai nemmeno uno squillo?

Claudio Cerasa ha detto...

E ce lo so, ma ho fatto na toccata e fuga.

Anonimo ha detto...

E pensare che i sindacati si beccano l'1% della retribuzione mensile degli iscritti.
Federico