martedì 17 marzo 2009

Cose da sapere quando leggete il Corriere della sera

Mediobanca è il primo azionista di Rcs MediaGroup, con una quota del 13,69%, seguita da Fiat (10,291%), Italmobiliare (7,4%) e la Dorint di Diego Della Valle (5,4%). Tra i grandi soci della holding editoriale, compaiono Fondiaria-Sai (5,2%), Pirelli (5,2%) e Intesa Sanpaolo (4,9%

3 commenti:

Anonimo ha detto...

cose da saper quando leggete "il foglio"


Con l'ascesa di Silvio Berlusconi e di Forza Italia, Ferrara decise di lasciare, assieme a molti compagni di partito, un PSI ormai in disfacimento. Divenne Ministro per i rapporti con il Parlamento del primo governo Berlusconi.

Nel gennaio del 1996 fondò il quotidiano Il Foglio (edito dall'omonima cooperativa editoriale della quale fa parte Veronica Lario, seconda moglie di Berlusconi) di cui è ancora oggi direttore.

Scherzando sul fatto che la proprietà del giornale viene sempre attribuita alla moglie di Berlusconi, Ferrara una volta si definì sarcasticamente un berlusconiano «tendenza Veronica» per andare contro «questo malvezzo sciocco usato per degradare il Foglio».

Su questo giornale esprime posizioni definite neoconservatrici. È un sostenitore del centro-destra, e poi del secondo e terzo governo Berlusconi, anche se in maniera talvolta critica. Nello stesso giornale si batte anche a più riprese per la concessione della grazia ad Adriano Sofri.

Nel 1996, pur senza lasciare la direzione del Foglio, fu per alcuni mesi direttore del settimanale Panorama.

Candidato per Forza Italia e la Casa delle Libertà alle elezioni politiche suppletive (per il posto vacante del collegio elettorale del Mugello, in Toscana) per il Senato del 9 novembre 1997, venne sconfitto dall'ex-pm simbolo di Mani Pulite, Antonio Di Pietro, candidato dell'Ulivo.

Anonimo ha detto...

non mi pare un grande scoop, sono notizie alla mercè di chiunque deliberatamente compra il corriere della sera.

sudorepioggia ha detto...

Trovo i dati interessanti, ma ho visto che, su questioni che non riesco proprio a collegare agli azionisti, il Corriere dà versioni di parte, romanzate, o perlomeno non verificate. C'è un altro perché? Oppure nel caso di notizie sensibili, ci va ancora più pesante? Sempre che abbia interpretato bene il post.
Ciao
S&P
PS: e Repubblica?